HomeDimagramentoCarbone Attivo per Dimagrire - Ecco Cosa Dice la Scienza

Carbone Attivo per Dimagrire – Ecco Cosa Dice la Scienza

Carbone Attivo per DimagrireHai intenzione di assumere integratori a carbone attivo per dimagrire?

In verità, esistono diverse tipologie d’assunzione, sia sotto forma di emulsione, di compresse e persino in polvere.

Ma sarà realmente utile per perdere peso? Scoprilo in questa guida realizzata appositamente per te.

Negli anni il carbone vegetale è stato sfruttato anche a scopo estetico. Questo perché grazie alle sue proprietà benefiche, si classifica come un ottimo cosmetico naturale per il viso. Ma allora cosa c’entra con la “dieta”? E come potrebbe fare dimagrire?

Carbone attivo per dimagrire: quali sono le sue proprietà?

snellaIl carbone vegetale o attivo, potrai usarlo (come già accennato), per diversi scopi. Ma prima di entrare nei dettagli, vorremmo dirti che cos’è e quale è il suo ruolo nel nostro organismo. Si tratta di un composto organico che viene ricavato dalla combustione di alcuni specifici legni: pioppo, betulla e salice.

Dopo quest’ultimo processo, il carbone vegetale viene attivato. Ciò significa che gli verrà conferita la sua proprietà che lo distingue: la potenzialità di assorbire tutti gli elementi esterni.

Il carbone attivo sotto forma di compresse, viene assunto per sgonfiare la pancia e far sì che si possa ottenere una linea snella e piatta. Ma ad aggiungersi ai suoi effetti benefici, vi è l’effetto detox, che potenzia la sua capacità di assorbimento dei nutrienti, riuscendo a contrastare e smaltire le tossine presenti nell’organismo.

Il suo effetto benefico contro il gonfiore addominale, è dato dalle sue proprietà appunto assorbenti, con cui si riducono i gas presenti nell’intestino. In questo modo si evitano quei processi controproducenti per l’organismo, quali aerofagia, meteorismo e flatulenza.

La pancia si gonfia per via dei gas intestinali superflui, che devono essere senza dubbio aboliti. Azione che come ti abbiamo già spiegato, viene già svolta con grande successo dal carbone attivo.

Ma allora ti verrà spontaneo domandarti: il carbone in questione, va inserito in una dieta specifica? Mi farà perdere tanti chili?

La verità sul carbone attivo: sgonfia la pancia o fa dimagrire?

attivita fisicaQuesto potrebbe interessare soprattutto chi come te, vorrebbe usare il carbone attivo per dimagrire e perdere peso nel giro di poco tempo. Seppur la sua funzione (per via delle proprietà che possiede), ti consente di appiattire la pancia e sgonfiare l’addome, non significa esattamente che ti farà ridurre i kg.

La sensazione di sgonfiore addominale non equivale a perdere peso. Questo perché la causa sono i gas intestinali che vai accumulando e che non smaltisci adeguatamente. Per ottenere i risultati che desideri, dovrai seguire un’alimentazione bilanciata (in cui assumere il carbone attivo), e soprattutto, fare attività fisica.

Come va assunto il carbone attivo per sgonfiare la pancia?

Per ottenere gli effetti desiderati, quindi sgonfiare la pancia e fianchi ad esempio, l’ideale è quello di assumere delle compresse di carbone attivo, purché tu lo faccia lontano dai pasti e insieme all’acqua. Ti suggeriamo di non superare la dose consigliata: 2 o massimo 4 capsule quotidianamente.

Inoltre, gli esperti suggeriscono di non usare gli integratori alimentari di carbone attivo per periodi troppo lunghi. Per stabilire la durata ovviamente, chiedi consiglio al tuo medico di famiglia o la miglior scelta sarebbe quella di contattare un nutrizionista di fiducia.

Dimagrire con il carbone attivo è realmente possibile? Le recensioni di chi lo ha provato

Assodate le motivazioni per la quale il carbone attivo potrebbe essere assunto per snellire la tua vita corporea, vorremmo riportati le recensioni di coloro che lo hanno provato e come si sono trovati dopo un po’ di tempo dalla sua assunzione.

L’efficienza che hanno riscontrato in modo accentuato, si è consolidata nell’azione di coadiuvare i succhi gastrici migliorando di gran lunga la digestione, rendendola più veloce. La finalità è sempre la stessa di cui abbiamo parlato in questa guida, evitare che gas e tossine si accumulino all’interno dell’organismo.

alimentazione bilanciata

Esistono delle controindicazioni nell’assunzione del carbone attivo?

Ti sei convinto ad assumere l’integratore alimentare di carbone attivo ma non hai idea delle potenziali controindicazioni che può causare? Non ti preoccupare, in quanto tale composto organico non provocherà alcun effetto collaterale.

Devi sapere però, che viene sconsigliato a quei soggetti il cui tubo digerente è lesionato o che hanno problemi di appendicite o gastro intestinali. Inoltre, ti raccomandiamo di non assumerlo per lunghi periodi in quanto potrebbe scaturire degli effetti lassativi e causare successivamente una costipazione.

In caso fossi affetto da tali disturbi, potrai notarlo qualora le feci fossero tinte di nero. Si tratta di una conseguenza naturale e non patologica, quindi potrai star tranquillo.

Infine, ma non per importanza, evita il carbone attivo se sei nel periodo di allettamento oppure in gravidanza. Al di là di questi semplici consigli, ti suggeriamo sempre di parlarne con il tuo medico di famiglia o con un esperto del settore.

Meglio il carbone attivo vegetale in compresse o in polvere?

Siamo quasi alla conclusione di questa guida, da cui hai potuto constatare che effettivamente il carbone attivo vegetale non ti fa dimagrire nel vero senso della parola, ma ti aiuta a mantenere un fisico snello (previa attività fisica e buona alimentazione), e soprattutto sgonfiare l’addome grazie alle sue proprietà purificanti.

Ma probabilmente ti resta ancora qualche dubbio da voler chiarire, ad esempio, è meglio assumere questo integratore alimentare in polvere oppure in compresse? Quali sono le effettive differenze? E qual è la soluzione più appropriata nel tuo caso?

carbone polvere

In verità, a livello funzionale e di proprietà, non cambia nulla. Sia le compresse che la polvere, sono entrambe delle ottime soluzioni per agire e contrastare l’accumulo di tossine e sostanze nocive. La differenza sostanziale sta nel metodo di assunzione.

Se preferissi le pillole, esse andranno bevute accompagnate dall’acqua. La polvere invece, va mescolata in un bicchiere d’acqua. Sarà sufficiente berne uno al giorno per un periodo limitato di tempo. Oltre a purificare il tuo corpo e darti soltanto il senso di poter dimagrire, ti caricherà di energia grazie alla regolazione dell’intestino.

Esistono alcune soluzioni, una delle più citate è Black Latte, che garantisce la trasformazione del cibo ingerito in grasso. Un processo che se avvenisse velocemente, potrebbe migliorare la tua condizione salutare ed estetica (appiattimento della pancia ad esempio).

Paola Rizzi
Paola Rizzi è un’esperta nel settore della nutrizione ed ha un’esperienza ventennale nel campo. Il suo percorso di studi l’ha portata ad approfondire in modo particolare prodotti come integratori alimentari sia dimagranti che supplementari.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

GUARDA ANCHE