19 MAR mindfulness

Yoga per rilassarsi: ecco le migliori asana antistress

ASANA

I ritmi di vita frenetici cui siamo continuamente sottoposti a lungo andare finiscono col destabilizzare il naturale equilibrio psicofisico rendendoci ansiosi e stressati. Fortunatamente esiste, però, un validissimo rimedio per allontanare nevrosi e preoccupazioni. Stiamo parlando dello yoga che, grazie ad alcuni esercizi specifici e alle sue tecniche di meditazione e respirazione, si rivela uno dei maggiori alleati nella gestione dello stress.

Vediamo dunque quali sono le migliori asana antistress da praticare comodamente nel salotto di casa.

La prima posizione, semplicissima e adatta anche ai principianti, è la Anjali Mudra che si pone l’obiettivo di condurre verso l’equilibrio. Per eseguirla è necessario sedersi con le gambe incrociate e unire i palmi delle mani all’altezza del cuore. Per riuscire nell’intento di rilassarsi occorre fare respiri lenti e profondi e chiudere gli occhi pensando a immagini positive.

La seconda posizione, anch’essa semplice da eseguire e ideale per alleviare la stanchezza psicofisica, è la Sukhasana. Per effettuarla occorre sedersi con le gambe incrociate e portare le mani, con il palmo rivolto verso l’alto, sul ginocchio corrispondente. Per trarne i migliori benefici è necessario mantenere la schiena dritta per almeno 60 secondi e respirare con dolcezza.

La terza asana, perfetta per rilassare la mente e attenuare nevrosi e fatica, è la posizione del fanciullo, meglio nota nella tradizione yoga con il nome di Balasana. Per eseguirla occorre inginocchiarsi a terra, sedersi sui talloni e piegarsi in avanti per poggiare la fronte sul pavimento. Anche le mani vanno appoggiate per terra lungo il busto con i palmi rivolti verso l’alto. Per ottenere i giusti benefici bisogna respirare lentamente e mantenere la posizione da 30 secondi ad alcuni minuti.

La quarta posizione, consigliata per calmare i nervi e riequilibrare le emozioni, è la Bitilasana anche definita posizione della mucca. Per eseguirla bisogna appoggiare mani e ginocchia a terra, inarcare la schiena verso il basso e orientare la testa verso l’alto facendo attenzione a tenere i polsi in corrispondenza delle spalle.

La quinta asana, nota anche come posizione del cucciolo disteso, prende il nome di Uttana Shishosana. Quest’ultima, utile in caso di stress cronico e insonnia, si esegue poggiando le ginocchia a terra, tenendo i fianchi lievemente arretrati rispetto alle ginocchia e piegando in avanti braccia e busto che devono poggiare sul pavimento.

Scritto da: Yukendu
Resta in contatto con noi e soprattutto dicci la tua! Seguici anche su

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA
NEWSLETTER

Gratis per te i consigli di Yukendu su come tornare in forma e vivere bene