30 LUG fitness

Sport all’aperto? Sì, ma ben idratati!

Durante il periodo estivo praticare sport all’aperto, sotto il sole o a temperature elevate, aumenta il rischio di disidratazione e la conseguente perdita di sali minerali. I professionisti dello sport sanno quanto e quando bere per evitare cali di prestazione dovuti alla mancanza d’acqua, ma gli sportivi amatoriali o occasionali, a volte sottovalutano questi problemi e in generale non sanno quale sia l’alimentazione più corretta in queste circostanze.

Sudare fa bene all’organismo perché gli consente di espellere le tossine accumulate e di combattere le alte temperature, ma bisogna fare attenzione a ciò si mangia e si beve.

Sudando non si perde solo acqua, ma anche elettroliti e minerali fondamentali per il buon funzionamento dell’organismo. I minerali ed in particolare sodio, cloro, potassio insieme a calcio e magnesio agiscono sulle funzioni cellulari, in particolare del cuore, del sistema nervoso e dei muscoli scheletrici.

La carenza di sodio provoca l’insorgenza di stanchezza, crampi ed insonnia, la carenza di potassio invece altera la contrazione muscolare.

Pertanto, i sintomi da perdita di liquidi, oltre che da cali nelle prestazioni, possono essere caratterizzati da astenia, bruschi cali di pressione con tendenza allo svenimento e crampi muscolari .

Per evitare questi sintomi la prevenzione consiste soprattutto in una alimentazione equilibrata, ricca di frutta e verdura e naturalmente nel ricordarsi di bere tanta acqua.

Infatti durante l’esercizio fisico o sottoposti a temperature eccessive la sudorazione aumenta notevolmente e la quantità di liquidi espulsi può raggiungere, dopo alcune ore, quantità considerevoli, anche di diversi litri; in particolare, quando pratichiamo attività fisica o lavori pesanti esposti al sole.

Dunque, se in condizioni normali di temperatura e attività è consigliato assumere mediamente 2,5 litri di acqua al giorno (compresa l’acqua contenuta negli alimenti), in casi di intenso lavoro e in condizioni ambientali che causano forte sudorazione, la necessità di acqua può aumentare moltissimo rispetto al fabbisogno standard quotidiano di 1,5/2 litri.

Approfittiamo quindi delle vacanze e del tempo libero per stare all’aria aperta e per fare attività fisica, ricordando che le nostre performance sportive e la nostra buona salute dipendono da ciò che portiamo sulla nostra tavola!

BEREACQUA-ant

Scritto da: Simona Coach Yukendu
Resta in contatto con noi e soprattutto dicci la tua! Seguici anche su

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA
NEWSLETTER

Gratis per te i consigli di Yukendu su come tornare in forma e vivere bene