09 OTT alimentazione

Sonnolenza dopo i pasti cause e rimedi

E’ capitato a tutti di sentire il bisogno impellente di un pisolino pomeridiano, soprattutto dopo un pasto abbondante, ma a volte anche dopo aver mangiato una semplice insalata.
La siesta pomeridiana è sicuramente un’abitudine, ma secondo alcuni ricercatori è anche una reale esigenza del nostro corpo legata al fenomeno della digestione e al grande dispendio energetico che richiede.
Infatti, dopo aver mangiato, tutte le energie che normalmente sono impiegate per far funzionare muscoli e cervello, vengono convogliate al sistema digerente, e questo spiega il perché ci sentiamo spossati e poco concentrati.
Chiaramente non sempre è possibile assecondare questo bisogno di riposo, basti pensare ai pomeriggi in cui bisogna tornare a lavorare e comunque, in generale, non si tratta di una sensazione piacevole, quindi scoprirne le cause e imparare come evitarla è senz’altro utile.

Il segreto per stare svegli e alzarsi da tavola attivi ed energici più di prima è ancora una volta nell’alimentazione.
La raccomandazione generale è di evitare tanto le abbuffate, quanto di saltare i pasti o farne di poco nutrienti. Mangiare troppo rende più difficile la digestione e ne allunga i tempi, mangiare solo un’insalata non ci fornisce energie sufficienti per affrontare il pomeriggio.
Sebbene conti anche la quantità di cibo ingerito, è la tipologia dell’alimento che fa la differenza.
Mangiare grosse quantità di alimenti di natura glucidica (chimicamente si tratta di zuccheri) come pasta , pane e cereali in generale è certamente la causa più comune della sonnolenza diurna; ne mangiamo troppi quando all’interno dello stesso pasto consumiamo pasta, legumi, frutta, pane. Questi alimenti provocano un veloce aumento del livello di zuccheri (glucidi) nel sangue, fino a raggiungere un livello non più sostenibile per l’organismo. Per far fronte a questa condizione entra quindi in gioco l’insulina, che elimina l’eccesso di zucchero dal sangue, ma ha come effetto quello di abbassare drasticamente la glicemia, provocando così quella forte sensazione di stanchezza e sonnolenza.

Un valido rimedio alla sonnolenza diurna consiste nel fare pasti equilibrati, cioè che prevedano un apporto corretto di carboidrati ma anche di proteine, le quali tendono a saziare facilmente e a tenere sotto controllo il livello di glicemia nel sangue.
In questo modo a fine pasto ci sentiremo sazi, non più stanchi, ma energici e attivi!

Hai bisogno linee guida per un pasto equilibrato? Puoi dare uno sguardo alla sezione “Alimentazione” del sito, oppure alla voce “Ricette” del blog!

Scritto da: Simona Coach Yukendu
Resta in contatto con noi e soprattutto dicci la tua! Seguici anche su

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA
NEWSLETTER

Gratis per te i consigli di Yukendu su come tornare in forma e vivere bene