30 MAG mindfulness

Rilassamento, a cosa serve e come ci può aiutare.

RILASSAMENTO

Rilassamento, dal termine latino re (“tornare a”) e laxare (“stare meglio”), rappresenta uno stato psicofisico, che comporta modificazioni nell’attività dell’organismo, con una vera e propria distensione psicofisica. Mi spiego meglio: in noi vi è continuamente un’alternanza di tensione-distensione, che si verifica nel semplice atto di camminare, così come nell’attività respiratoria e cardiaca. La distensione rappresenta il rilassamento. Per una percezione di benessere olistico/globale il nostro organismo necessita di momenti di attivazione/tensione e di momenti in cui ci dedichiamo attivamente alla ricerca di distensione/rilassamento. Non prenderci cura di noi stesse anche sul versante psico-fisico, non ascoltare le richieste del nostro corpo, comporta l’emergere di stress con conseguenze su corpo e mente. Ascoltare il nostro corpo, con i messaggi che ci invia, ci permette dunque di intervenire precocemente sulle situazioni che generano in noi tensioni, conflitti, difese e difficoltà.
Imparare a ritrovare una sensazione di calma, un equilibrio interiore, migliora la nostra qualità di vita e il nostro modo di affrontare le situazioni stressanti. In questo caso permetterebbe di ascoltarci anche nei momenti di frustrazione, in caso di sentimenti difficili da gestire o momenti di inefficacia e stress, fronteggiandoli, con il tempo, in maniera più serena.  Noi di Yukendu, per esempio, offriamo semplici tecniche di rilassamento basate sulla respirazione consapevole, che, una volta imparate e adottate, sono di grande aiuto nel ritrovare la calma, rilassarci e rigenerarci, riportandoci ad uno stato di benessere, via via sempre maggiore nel caso in cui adotteremo tali tecniche  quotidianamente.

Essere più rilassati e sereni rappresenta la miglior condizione per costruire una relazione positiva con chi ci sta accanto, per migliorare la qualità del tempo trascorso con il partner, ad esempio, e per noi stesse. Se si hanno dei figli, con i bambini più grandi è possibile praticare insieme delle sessioni guidate di rilassamento. Anche per loro è infatti estremamente importante scaricare le “tensioni” della giornata e imparare al ascoltare il proprio corpo.
Il rilassamento rappresenta infatti anche un potente strumento educativo che aiuta il bambino a prendere consapevolezza attiva del suo corpo, delle sensazioni fisiche che esso gli rimanda e delle capacità che possiede per modificarne gli stati. Impara così ad entrare gradualmente in contatto con sé stesso, a scoprire i suoi limiti, a conoscere il suo respiro, il suo battito, il suo funzionamento. In un mondo in così rapida evoluzione, in cui anche i bambini più piccoli sono sovra esposti alla fretta, al cambiamento, agli stimoli esterni è fondamentale trovare un momento di tranquillità e calma. E’ possibile abbinare ai rilassamenti anche degli esercizi ludico/ricreativi che pongono il bambino in condizioni attivo/passivo di ascolto del suo corpo permettendo al contempo l’apprendimento e le funzioni del suo corpo.
Durante il rilassamento il nostro metabolismo rallenta, diminuisce l’afflusso di sangue e aumenta il trasporto di ossigeno al cervello. Il benessere fisico e mentale è fondamentale al fine di poter sviluppare a pieno capacità e potenzialità.

Scritto da: Daniela Coach Yukendu
Resta in contatto con noi e soprattutto dicci la tua! Seguici anche su

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA
NEWSLETTER

Gratis per te i consigli di Yukendu su come tornare in forma e vivere bene