17 MAR alimentazione

Junk food? Dimenticali con la corsa

CORSAJUNKFOOD

Fare attività fisica fa bene al corpo e allo spirito e questo è ormai un dato di fatto. Ai più noti benefici della corsa e dell’attività fisica in generale come, ad esempio, mantenere la giusta forma fisica, favorire una buona salute cardiovascolare e contrastare lo stress, si aggiunge però oggi una curiosa novità: pare, infatti, che correre riduca la voglia di cibo spazzatura e a dirlo è uno studio dell’Università di Aberdeen pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition.

La ricerca, condotta su 15 uomini in buona salute, consisteva in due diversi esperimenti. Nel primo, dopo un’ora di corsa ad andatura sostenuta, i partecipanti venivano sottoposti a una risonanza magnetica che analizzasse la loro attività cerebrale nel momento in cui osservavano immagini di diversi cibi; nel secondo invece veniva eseguito lo stesso test a distanza di un’ora dalla fine della corsa.

I risultati dello studio hanno dimostrato che subito dopo la corsa l’attivazione dell’insula (porzione della corteccia cerebrale collocata in profondità tra il lobo frontale e quello temporale che si attiva quando percepisce che potrebbero essere ingeriti alimenti ritenuti piacevoli) era inferiore dinanzi alle immagini di cibi ad alto contenuto calorico come i dolci, la pizza o gli hamburger, mentre andava nettamente ad aumentare quando venivano mostrate immagini di alimenti a basso contenuto calorico come le mele, le fragole o le carote. Sulla base di quanto emerso si è quindi arrivati alla conclusione che la corsa sembrerebbe essere in grado di aumentare la preferenza verso i cibi salutari e di ridurre, di riflesso, la voglia di junk food.

Secondo i ricercatori però il rifiuto del cibo spazzatura potrebbe anche essere dovuto alla sete, che aumentando in seguito allo sforzo fisico porterebbe a preferire gli alimenti più ricchi d’acqua come, appunto, la frutta e la verdura. Dinanzi a questi dubbi, i responsabili dello studio hanno stabilito che per rendere effettivamente attendibili i risultati della ricerca bisognerebbe condurre i due esperimenti sopraccitati su persone obese o in sovrappeso, che potrebbero aiutare a comprendere meglio il legame tra attività cerebrale e fisica.

Infine dallo studio, che è stato anche utilizzato per valutare il livello di appetito dei partecipanti dopo l’attività fisica, emerge pure un altro dato che farà sicuramente piacere a chi ha problemi di peso. Pare, infatti, che la corsa riduca sensibilmente il livello nel sangue degli ormoni in grado di stimolare il senso di fame. Una splendida notizia, no?

Scritto da: Yukendu
Resta in contatto con noi e soprattutto dicci la tua! Seguici anche su

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA
NEWSLETTER

Gratis per te i consigli di Yukendu su come tornare in forma e vivere bene