21 AGO mindfulness

Ritroviamo il benessere con il respiro: i benefici della respirazione consapevole

Secondo alcuni studi scientifici è possibile ritrovare il benessere del corpo e della mente sfruttando le enormi potenzialità del respiro consapevole, che sembrerebbe essere appunto in grado di dare sollievo a chi soffre di stress e non riesce a gestirlo come vorrebbe.

Quando si parla di respiro consapevole si parte dalla convinzione che la respirazione, diversamente dalle altre funzioni autonome, può essere controllata e migliorata dalla coscienza. Infatti, attraverso la respirazione consapevole si agisce intenzionalmente sul respiro, sciogliendo e trasformando i blocchi emozionali e le tensioni psicosomatiche fino ad acquisire un maggior benessere psicofisico, che è fondamentale per vivere bene e in salute.

I benefici della respirazione consapevole sono veramente numerosi sia a livello corporeo che emozionale.

Il primo aspetto positivo è il processo di disintossicazione, poiché mediante questo tipo di respirazione arriva più sangue al cervello e, di conseguenza, più ossigeno da destinare alle cellule del corpo, che in questo modo si dimostrano più efficienti anche nell’eliminazione delle tossine.

Il secondo beneficio, strettamente legato al primo, è un netto miglioramento del ritmo cardiaco e della pressione arteriosa, e dunque dell’efficienza del sistema vascolare in generale che determina, a sua volta, una maggiore ossigenazione dei tessuti con conseguente aumento delle prestazioni sportive.

Inoltre la respirazione consapevole porta evidenti benefici anche alla postura, in quanto aiuta a prendere consapevolezza delle numerose contrazioni corporee e incrementa, di conseguenza, il rilassamento muscolare che permette di ritrovare una postura del tutto naturale ed equilibrata, migliorando in generale la coordinazione motoria.

Infine il respiro consapevole porta benefici anche a livello psico-emozionale, poiché libera le emozioni bloccate. Infatti, questa particolare tipologia di respirazione aiuta a osservare, accettare e prendere consapevolezza dei propri blocchi emozionali – intesi come disagi psicofisici, credenze limitanti o eventi traumatici mai superati – e a liberarli insieme alle proprie risposte emozionali fino a quel momento bloccate.

Scritto da: Yukendu
Resta in contatto con noi e soprattutto dicci la tua! Seguici anche su

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA
NEWSLETTER

Gratis per te i consigli di Yukendu su come tornare in forma e vivere bene