04 MAR alimentazione

Dieta e carboidrati: addio ai falsi miti

CARBOIDRATI_FALSI_MITI_000017088971Medium

Il destino comune di chi sceglie di intraprendere un regime dietetico fai da te è spesso cadere vittima di alcuni pericolosi falsi miti, primo tra tutti quello secondo cui i carboidrati andrebbero aboliti perché considerati a priori nemici giurati della linea. In realtà, l’esilio forzato dei glucidi non rientra nelle linee guida di un’alimentazione sana ed equilibrata che – per essere definita tale da dietologi e nutrizionisti – deve prevedere il corretto apporto giornaliero di tutti i macronutrienti, carboidrati compresi.

Tuttavia, nonostante i carboidrati siano spesso considerati i principali responsabili del sovrappeso e di patologie a esso correlate, come il diabete, rinunciarvi significherebbe privare l’organismo dell’energia necessaria al suo sostentamento e, al tempo stesso, sabotare i corretti processi di combustione e smaltimento dei grassi a discapito delle proteine che verrebbero, a loro volta, bruciate per produrre energia. A farne le spese in caso di insufficienza di glucidi non sarebbe quindi la massa grassa accumulata nei punti più critici, bensì quella magra. Oltretutto la carenza di carboidrati ridurrebbe l’apporto quotidiano di glucosio necessario a garantire l’ottimale funzionalità del sistema nervoso centrale. Pertanto questi macronutrienti hanno un ruolo di fondamentale importanza nell’organismo.

Se assunti dunque nella maniera più corretta possibile, i carboidrati hanno in realtà un effetto positivo sulla dieta e sull’umore. Secondo il prof. Pier Luigi Rossi, docente presso l’Università degli Studi di Bologna e specialista in scienza dell’alimentazione e in igiene e medicina preventiva, l’esatto consumo di glucidi tiene attivo il metabolismo e aiuta, di conseguenza, a tenersi in forma. Inoltre secondo uno studio australiano, condotto per 52 settimane su circa 120 partecipanti obesi o in sovrappeso tra i 24 e i 64 anni, una dieta povera di carboidrati sarebbe in grado di ridurre la produzione di serotonina, un neurotrasmettitore monoaminico che ha effetti benefici sull’umore. Infatti, un anno dopo l’inizio dello studio è emerso che solo i partecipanti sottoposti a una dieta carente di carboidrati erano stati colpiti da ansia e depressione.

In sostanza, il segreto per ignorare i falsi miti e scongiurare un ipotetico aumento di peso è evitare di eccedere con il consumo di carboidrati, relegandone possibilmente l’assunzione nella prima parte della giornata, quando cioè il metabolismo è più attivo. Questo perché un eccesso di glucidi alzerebbe il livello di glucosio nel sangue innescando l’istantanea secrezione di insulina che provocherebbe a sua volta un repentino accumulo dei grassi nelle riserve adipose.

Il miglior metodo per dimagrire è quindi mangiare sano facendo attenzione al modo con cui distribuiamo il consumo di carboidrati durante la giornata, anziché rinunciarvi del tutto.

Scritto da: Yukendu
Resta in contatto con noi e soprattutto dicci la tua! Seguici anche su

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA
NEWSLETTER

Gratis per te i consigli di Yukendu su come tornare in forma e vivere bene