17 APR il coach

Come scegliere la dieta dimagrante giusta per te

Per molte persone l’idea di dimagrire è strettamente correlata all’idea di dover patire la fame; inoltre molti pensano che seguire una dieta con poche calorie sia l’unico modo per dimagrire velocemente. In effetti spesso, seguendo una dieta restrittiva, “fai da te” o consigliata da siti e riviste ma non supportata da basi scientifiche , succede che si perdano molti chili in poco tempo. Ma cosa succede dopo? Qual è il risultato nel lungo periodo? Gli effetti sono spesso controproducenti, prima di tutto per i rischi a carico della nostra salute, ma soprattutto perché i risultati difficilmente durano a lungo.

Di solito, infatti, quando si riprende a mangiare secondo le “vecchie” abitudini si riprende il peso perduto, quasi sempre con gli interessi. Senza considerare che un’alimentazione restrittiva sottopone l’organismo a uno stress psicofisico importante, causando frustrazione, debolezza e malumore in generale, peggiorando quindi il benessere generale della persona.

Diete troppo restrittive in termini quantitativi o sbilanciate dal punto di vista dell’apporto di nutrienti (troppo pochi carboidrati, poche o troppe proteine, ecc.) portano effettivamente a perdere peso in tempi rapidi, ma il peso perso sarà facilmente riacquistato quando si tornerà a mangiare normalmente.

Inoltre le diete ipocaloriche portano spesso il nostro organismo ad intaccare la massa magra anziché quella grassa, provocando così un netto calo di funzionamento del nostro metabolismo.

 Alla luce di questo possiamo dire che per dimagrire non occorre necessariamente diminuire l’apporto calorico, ma piuttosto distribuire correttamente queste calorie nel corso della giornata, in relazione al fabbisogno del singolo individuo.

Le calorie giornaliere andrebbero distribuite in 5 pasti al giorno; infatti lo spuntino e  la merenda, nell’ambito di un’ alimentazione sana ed equilibrata, aiutano a dimagrire perché contribuiscono ad aumentare il metabolismo e fanno arrivare a pranzo e a cena con la giusta fame!
Se si seguono questi consigli non si patirà la fame e si dimagrirà gradualmente guadagnando salute e benessere generale.

 Quindi qual è la dieta giusta per dimagrire?

Quella in cui ogni ogni pasto è il più possibile bilanciato in macronutrienti (carboidrati, proteine, grassi). Un pasto completo e bilanciato previene l’insorgenza della fame perchè l’organismo sarà impegnato dalla digestione dei vari alimenti per un tempo sufficiente a garantire il giusto senso di sazietà.

È importante anche che il pasto non sia troppo frettoloso, ma che duri almeno 30 minuti e, possibilmente, non meno di 20: infatti solo dopo 20 minuti il nostro organismo inizia a percepire segnali di sazietà. Questo permette di non mangiare più del dovuto e di alzarsi da tavola senza fame e appagati.

Una dieta che soddisfa lo stomaco sarà sicuramente mantenuta nel tempo e seguita con maggiore costanza, portando risultati reali e che durano nel tempo.dieta_ev

Scritto da: Simona Coach Yukendu

Resta in contatto con noi e soprattutto dicci la tua! Seguici anche su

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA
NEWSLETTER

Gratis per te i consigli di Yukendu su come tornare in forma e vivere bene