17 LUG il coach

Come essere costanti nella dieta e nello sport

Cosa distingue coloro che appaiono costanti da coloro che non lo sono? Cosa fa sì che iniziamo un nuovo corso in palestra e lo portiamo a termine? La motivazione personale: essa rappresenta la spinta, o stato interiore, che orienta l’organismo verso un’azione finalizzata al raggiungimento di un obiettivo.

In assenza di motivazione è difficile svolgere un’attività portandola a termine o mantenendo l’impegno nel tempo; ciò vale tanto nel decidere di cominciare a fare sport, quanto nel mantenere abitudini alimentari corrette.

L’obiettivo che ci poniamo, la sua rilevanza, il tempo a disposizione, le risorse di cui disponiamo, lo stato emotivo in cui ci troviamo e il contesto in cui agiamo sono tutti elementi che influenzano la nostra motivazione.
Quest’ultima risente inoltre delle nostre esperienze passate: fallimenti o successi, per noi rilevanti nei diversi ambiti della nostra vita, hanno un forte impatto sull’impegno e sulla fiducia nelle nostre capacità e nelle risorse di cui disponiamo.
Più precisamente possiamo dire che il concetto di motivazione personale porta con sé quello di direzione e di intensità.
La direzione è indicata dal nostro obiettivo ossia da ciò che vogliamo raggiungere: rimanere in forma, perdere peso, piacerci di più etc.
L’ intensità invece dipende da quanto l’obiettivo è importante per noi e da quanto siamo disposti a impegnarci per raggiungerlo.

Intensità e direzione sono due caratteristiche della motivazione strettamente correlate tra loro e che determinano la quantità e la qualità delle risorse che siamo disposti a mettere in campo nel nostro percorso verso l’obiettivo. Avendo chiare la direzione e l’intensità, si ha già un buon punto di partenza su cui lavorare per costruire la propria costanza e mantenere alta la motivazione.

La motivazione e le sue differenze di intensità possono essere influenzate da circostanze personali che fungono da rinforzi interni (gratificazione e successo personale) oppure da situazioni che fungono da incentivi esterni (complimenti, premi, ambizioni, ecc). Può quindi essere molto utile riconoscere i propri successi, esserne consapevoli e magari premiarsi una volta raggiunti; circondarsi di persone care che sostengano il nostro  percorso e che notino i cambiamenti, potrebbe altresì aiutare nel sentirci più sicuri della strada intrapresa e dei risultati ottenuti.

A livello personale, per mantenere costante la nostra motivazione, è importante che l’obiettivo sia:
specifico (ho chiaro cosa voglio ottenere),
realizzabile (mi trovo in un contesto favorevole, il mio obiettivo è raggiungibile concretamente)
sostenibile (conosco le risorse di cui dispongo).
Stabilire degli obiettivi a breve termine, spezzando l’obiettivo finale in più tappe o micro-obiettivi, può essere molto vantaggioso perché avvicinando la meta guardiamo al nostro obiettivo finale non più come uno scoglio o una vetta da scalare ma come un percorso che possiamo gestire con maggiore sicurezza.

non sono costante nella dieta

Scritto da: Daniela Coach Yukendu
Resta in contatto con noi e soprattutto dicci la tua! Seguici anche su

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA
NEWSLETTER

Gratis per te i consigli di Yukendu su come tornare in forma e vivere bene