3 AGO alimentazione

Addio cellulite: come farla KO a tavola!

Per combattere in maniera efficace la cellulite bisogna innanzitutto conoscerla bene, sapere quali sono le cause che la determinano e adottare poi comportamenti utili per contrastare la sua insorgenza.

La cel­lu­lite si forma nel tes­suto adi­poso sot­to­cu­ta­neo, una zona del corpo ricca di cel­lule adi­pose e poco irro­rata dai vasi sanguigni e linfatici; le pareti di que­sti vasi, nelle persone predisposte a questo inestetismo, non sono inte­gre come dovreb­bero, e que­sto favo­ri­sce il pas­sag­gio di pic­cole quan­tità di pla­sma e di mate­riali di scarto dalla circolazione san­gui­gna e lin­fa­tica proprio nel tes­suto sot­to­cu­ta­neo dove si accu­mu­lano e, insieme alle cel­lule adi­pose, ini­ziano a formare la cel­lu­lite.

L’alimentazione quindi per essere effi­ca­ce deve agire su tre fronti:

-Migliorare la cir­co­la­zione san­gui­gna e lin­fa­tica;

-Raf­for­zare le pareti dei vasi san­gui­gni;

-Evi­tare l’accumulo di tes­suto adi­poso sot­to­cu­ta­neo e/o favo­rirne lo smaltimento.

A livello ali­men­tare la prima indi­ca­zione è sicuramente quella di bere acqua per­ché l’acqua favo­ri­sce un’adeguata cir­co­la­zione e aiuta ad eli­mi­nare i mate­riali di scarto. Le acque più indi­cate sono quelle oli­go­mi­ne­rali e la quan­tità ade­guata corrisponde a circa  1,5-2 litri distri­buiti nell’arco della giornata.

Atten­zione anche alla funzionalità intestinale: quando è gon­fio, o per­ché non si svuota bene o per­ché infiam­mato, crea un osta­colo fisico alla cir­co­la­zione lin­fa­tica degli arti infe­riori. Un inte­stino pro­ble­ma­tico deve essere sottoposto al controllo esperto di un medico che valuti il caso spe­ci­fico, tut­ta­via tra le indicazioni sem­pre valide, c’è senza dubbio quella di eli­mi­nare alco­lici e caffè, grassi cotti, bevande gasate e zuc­che­rate, cibi con­ser­vati, latte e lat­ti­cini in caso di colite, men­tre nei casi di stipsi inte­grare la dieta con cereali inte­grali, legumi, ver­dura, frutta, frutta secca, semi e con fibre solu­bili. In entrambi i casi bere acqua e assu­mere perio­di­ca­mente pro­bio­tici sono buone strategie.

L’ali­men­ta­zione ci può dare una mano anche per ren­dere più resi­stenti le pareti dei vasi san­gui­gni attra­verso i fla­vo­noidi, sostanze con azione pro­tet­tiva e anti­os­si­dante che si tro­vano nei frutti di bosco, nei pomo­dori e nei finoc­chi, e in gene­rale nella frutta e ver­dura di colore rosso o vio­la­ceo, nel the verde e nel cioc­co­lato fon­dente.

Anche impor­tante è con­tra­stare l’eccesso di tes­suto adi­poso sot­to­cu­ta­neo, con­di­zione di per sé pre­di­spo­nente alla for­ma­zione di cel­lu­lite. Per far que­sto biso­gna evi­tare le diete molto dra­sti­che, che non sono comunque ade­guate in nes­sun caso. Meglio sce­gliere un’alimentazione normocalorica, ma povera di grassi indu­striali e ani­mali, di zuc­cheri, di bevande alco­li­che e dolci, e assu­mere ele­menti in grado di miglio­rare il meta­bo­li­smo ener­ge­tico tra­mite un’alimentazione varia.

 addio cellulite

Scritto da: Simona Coach Yukendu
Resta in contatto con noi e soprattutto dicci la tua! Seguici anche su

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA
NEWSLETTER

Gratis per te i consigli di Yukendu su come tornare in forma e vivere bene