17 MAR il coach

A dieta… con la testa!

Vuoi dimagrire ? Se questo è il tuo desiderio già da diverso tempo, probabilmente avrai già consultato un certo numero di nutrizionisti e dietologi e, almeno in teoria, conosci già il modo per realizzare il tuo desiderio: la giusta combinazione tra “mangiare meno” e “muoversi di più”.
Per un po’ tutto funziona, ma poi qualcosa cambia.
La dieta ti annoia e incominci a desiderare tutto quello a cui hai rinunciato. Il corpo tende ad abituarsi al nuovo stile alimentare e all’allenamento e non dà più segni di miglioramento.
La bilancia continua a segnare lo stesso peso, se non qualche etto in più.
In questi casi può capitare di cercare una giustificazione più o meno fondata, ma molto spesso l’esito è che si torna alle vecchie abitudini con un senso di delusione ancora maggiore.

L’ideale, quando si decide di fare una dieta, sarebbe capire se si è predisposti psicologicamente e adattare la dieta al proprio profilo psicologico.
Insomma compensare la voglia di mangiare con quello che sappiamo che può farci star bene.
Cosa ci piace?
Andare al cinema, leggere, uscire con gli amici, fare compere, andare al teatro, ecc.
Ecco concentriamo su tutti questi interessi e rendiamoli fattibili con frequenza maggiore rispetto al solito.

Poi concentriamoci sulla dieta.
A chi si sottopone a una dieta viene in genere consigliato di consumare cinque o sei piccoli pasti al giorno anziché i tre consueti pasti principali. Le difficoltà a rispettare un regime dietetico aumentano quando viene prescritto di incrementare o diminuire la frequenza dei pasti, rispetto a quella abituale. La verità è che devi trovare una formula adatta a te.
Un giorno prova con tre pasti principali e quello successivo prova ad inserire gli spuntini; la cadenza che ti fa sentire più sazia è quella giusta.

Abitua il tuo corpo all’esercizio fisico: allenati, allenati di più o semplicemente allenati meglio.
L’allenamento a circuito, ad esempio, è molto indicato per perdere peso: aiuta a bruciare calorie, fa aumentare la massa muscolare, la potenzia e tutto questo molto più in fretta dell’allenamento con i pesi o dell’esercizio cardiovascolare tradizionali.
Inoltre l’intensità e il numero delle ripetizioni contribuiscono a migliorare la definizione muscolare. È un’attività che scolpisce la figura, perché tonifica e fa bruciare grassi. Un breve esempio è fare “circuiti” 3 volte alla settimana e corse intervallate un paio di volte alla settimana.

A tavola saziati degli alimenti giusti. Perdere peso non significa privazione.
Gli alimenti ricchi di fibra che contengono molta acqua riempiono senza apportare troppe calorie. Assegna un ordine al cibo che mangi: prima la verdura, poi gli amidi, come pasta, pane o patate. Lascia per ultimi i piatti più grassi, come la carne e prima di finire la bistecca potresti già sentirti sazia.

Usa le spezie a tuo vantaggio: mangiare piccante aiuta a masticare più lentamente, a saziarsi prima e ad aumentare leggermente il metabolismo, bruciando più calorie. Tre motivi più che buoni, no?!?

Scritto da: Yukendu
Resta in contatto con noi e soprattutto dicci la tua! Seguici anche su

ISCRIVITI
ALLA NOSTRA
NEWSLETTER

Gratis per te i consigli di Yukendu su come tornare in forma e vivere bene